Anci e Upi: Circolare sui processi di mobilità del personale degli enti di area vasta

In una circolare inviata il primo aprile 2015 a tutti gli enti di area vasta, Anci e Upi chiedono di ridurre i tempi di definizione dei numeri del personale delle Province e delle Città metropolitane da destinare ai processi di mobilità. Questa attività è necessaria per permettere agli enti la piena funzionalità e garantire il lavoro ai dipendenti.

L'Anci e l'Upi, inoltre, mettono a disposizione degli enti una bozza di delibera al fine di ricostruire in modo sintetico le categorie e i profili del personale da ricollocare o da inserire nella nuova dotazione organica.
Infine, il Dipartimento della Funzione Pubblica, con una nota tecnica, ha chiarito proprio su richiesta di ANCI e UPI alcuni degli aspetti controversi, specificando in particolare che Province e Città metropolitane non dovranno sostenere alcun costo nei processi di mobilità del proprio personale. In quest'ottica, pertanto, le Province e le Città metropolitane devono accelerare sulla rideterminazione delle loro dotazioni organiche al fine di tutelare i dipendenti e assicurarne un rapido ricollocamento.
sul sito dell'UPI potete trovare maggiori informazioni e caricare gli allegati alla circolare.